Comune di Malnate

Font Size

Cpanel

Uffici e Servizi

Somministrazione alimenti e bevande

DOVE RIVOLGERSI: 
UFFICIO SUAP - SPORTELLO UNICO ATTIVITÀ PRODUTTIVE
Via Matteotti n. 1

A CHI RIVOLGERSI: 
Rimoldi Laura
Tel. 0332 275251 – Fax 0332 275258 – email: Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. E' necessario abilitare JavaScript per vederlo.

RESPONSABILE: 
Daniela GALLI

PUBBLICI ESERCIZI

Definizione
Per somministrazione di alimenti e bevande si intende la vendita per il consumo sul posto esercitata nelle seguenti tipologie di esercizi:
ristoranti, pizzerie, trattorie, osterie con cucina, esercizi con cucina tipica, tavole calde, self-service, fast food, bar gastronomici, bar-caffè, bar pasticceria, bar gelateria, cremerie, creperie, wine-bar, birrerie, pub, enoteche, caffetterie, sale da the, e simili.

Requisiti per l’esercizio dell’attività
Requisiti morali:
Il titolare di impresa individuale, il preposto o delegato se designato,  i soggetti indicati nell'articolo 2 comma 3 del decreto del Presidente della Repubblica 3 giugno 1998, n. 252 devono possedere i requisiti previsti:
- dall'art. 71 del Decreto Legislativo 26 marzo 2010, n. 59;
- dal Decreto Legislativo 6 settembre 2011, n. 159 (Codice delle leggi antimafia).
 
Requisiti professionali:
Il titolare di impresa individuale, il legale rappresentante di società o altra persona specificamente preposta all'attività commerciale deve possedere i requisiti previsti dall' art. 71 del Decreto Legislativo 26 marzo 2010, n. 59.
 
Requisiti di idoneità dei locali:
Le attività di somministrazione di alimenti e di bevande devono essere esercitate nel rispetto delle vigenti norme e prescrizioni in materia edilizia, urbanistica e igienico-sanitaria, nonché di quelle sulla destinazione d'uso dei locali.
 
Requisiti di sicurezza:
I locali devono essere conformi alle disposizioni del Decreto ministeriale 17 dicembre 1992, n. 564 - "Regolamento concernente i criteri di sorvegliabilità dei locali adibiti a pubblici esercizi per la somministrazione di alimenti e bevande".

Titolo autorizzatorio per l’esercizio dell’attività
L'esercizio dell'attività è soggetto a preventiva presentazione di SCIA (Segnalazione certificata inizio attività), ai sensi dell' art. 19 della legge 7 agosto 1990, n. 241, sostitutiva della autorizzazione di cui all' art. 69 della Legge Regionale 2 febbraio 2010 n. 6.

Gli eventi soggetti a segnalazione sono i seguenti:
- Avvio nuova attività
- Modifica sede
- Modifica dei locali (ampliamento, riduzione, diversa ripartizione della superficie)
- Modifica della tipologia dell'attività
- Subingresso / Reintestazione
- Cambiamento della ragione sociale
- Modifica dei soggetti titolari dei requisiti professionali
- Sospensione/Ripresa attività
- Cessazione per chiusura definitiva/cessione dell’attività

A partire dal 04.05.2015 la SCIA deve essere presentata esclusivamente in modalità telematica utilizzando preferibilmente la piattaforma camerale www.impresainungiorno.gov.it
Eventuali SCIA presentate tramite PEC verranno rifiutate, pertanto la ricevuta generata automaticamente dal sistema non produce alcun effetto amministrativo.

Procedimento
Una volta acquisita la S.C.I.A., l'Ufficio verifica la completezza della documentazione, richiedendo nel caso eventuali integrazioni.
L’attività può essere avviata immediatamente dopo la presentazione della SCIA in modalità telematica.
Nei successivi 60 giorni il Comune verifica la corrispondenza alla normativa di quanto dichiarato e, qualora dovessero essere riscontrate irregolarità, ordina il divieto di prosecuzione dell’attività, salvo che sia possibile regolarizzarla entro un breve periodo di tempo (art. 19 della legge n. 241/1990).

Oneri
Diritti sanitari
I diritti sanitari sono dovuti ogni volta che si presenta la SCIA,  tranne quando viene segnalata la cessazione della attività.
Il versamento di €. 35,05 deve essere effettuato sul conto corrente postale n. 10852218 intestato all’Azianda Sanitaria Locale della Provincia di Varese – Servizio Tesoreria – Via O.Rossi n. 9 – 21100 Varese, con causale “SCIA – c.d.c. n. 15022101”

Diritti di istruttoria
Non sono dovuti diritti a favore del Comune.


MODULISTICA SCARICABILE
Autocertificazione rispetto limiti di rumorosità

 

Sei qui: Home Uffici e Servizi Area Pianificazione del Territorio SUAP Somministrazione alimenti e bevande