Comune di Malnate

Font Size

Cpanel

Uffici e Servizi

Commercio su aree pubbliche

DOVE RIVOLGERSI: 
UFFICIO SUAP - SPORTELLO UNICO ATTIVITÀ PRODUTTIVE
Via Matteotti n. 1

A CHI RIVOLGERSI: 
Rimoldi Laura
Tel. 0332 275251 – Fax 0332 275258 – email: Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. E' necessario abilitare JavaScript per vederlo.

RESPONSABILE: 
Daniela GALLI


Definizione
Il commercio su aree pubbliche consiste nell'attività di vendita al dettaglio e somministrazione di alimenti e bevande effettuata su aree pubbliche o su aree private delle quali il Comune abbia la disponibilità.
Per esercitare l’attività è necessario presentare una Segnalazione Certificata di Inizio Attività (S.C.I.A.) al Comune nel quale si intende avviare l'attività.

COMMERCIO SU AREE PUBBLICHE IN FORMA ITINERANTE
L'autorizzazione per l'esercizio dell'attività di vendita sulle aree pubbliche esclusivamente in  forma itinerante abilita:
- a svolgere l’attività con mezzi mobili e con soste limitate, di norma, al tempo strettamente necessario per effettuare le operazioni di vendita, sul territorio nazionale;
- alla partecipazione alle fiere che si svolgono sul territorio nazionale;
- alla vendita presso il domicilio del consumatore, nonché nei locali ove questi si trovi per motivi di lavoro, di studio, di cura, di intrattenimento o svago.
Al medesimo operatore commerciale, persona fisica o società di persone, può essere intestata una sola autorizzazione per il commercio su aree pubbliche in forma itinerante come nuova attività.


Requisiti per l’esercizio dell’attività

Requisiti morali
Il titolare di impresa individuale, il preposto o delegato, se designato,  i soggetti indicati nell'articolo 2 comma 3 del decreto del Presidente della Repubblica 3 giugno 1998, n. 252 devono possedere i requisiti previsti:
- dall' art. 71 del Decreto Legislativo 26 marzo 2010, n. 59;
- dal Decreto Legislativo 6 settembre 2011, n. 159  (Codice delle leggi antimafia).
 
Requisiti professionali
In caso di vendita di prodotti del settore alimentare, il titolare di impresa individuale, il legale rappresentante di società, o altra persona specificamente preposta all'attività commerciale, deve possedere i requisiti previsti dall'  art. 71 del Decreto Legislativo 26 marzo 2010, n. 59.

Titolo autorizzatorio per l’esercizio dell’attività
Per iniziare l'attività è necessaria autorizzazione rilasciata dal Comune nel quale il richiedente, persona fisica o giuridica, intende avviare l'attività.

In caso di avvio di attività di vendita e/o somministrazione di alimenti e bevande deve essere presentata anche S.C.I.A. mod. A,  ai fini igienico sanitari.
In caso di subingresso, cessazione, sospensione, ripresa, modifica ragione sociale, modifica soggetti titolari dei requisiti in attività di vendita e/o somministrazione di alimenti e bevande deve essere presentata S.C.I.A. mod. B ai fini igienico sanitari.

Una volta ottenuta l'autorizzazione il commerciante è tenuto a compilare on line la Carta d'Esercizio.

Oneri
Diritti sanitari
I diritti sanitari sono dovuti ogni volta che si presenta la SCIA per la vendita e/o somministrazione di alimenti e bevande, tranne quando viene segnalata la cessazione della attività.
Il versamento di €. 35,05 deve essere effettuato sul conto corrente postale n. 10852218 intestato all’Azianda Sanitaria Locale della Provincia di Varese – Servizio Tesoreria – Via O.Rossi n. 9 – 21100 Varese, con causale “SCIA – c.d.c. n. 15022101”

Diritti di istruttoria
Non sono dovuti diritti a favore del Comune.


MODULISTICA SCARICABILE
Domanda autorizzazione commercio itinerante
SCIA - mod. A
SCIA - mod. B
SCIA – scheda 2 
Comunicazione cessazione

COMMERCIO SU AREE PUBBLICHE SU POSTEGGIO
L'autorizzazione per l'esercizio del commercio su aree pubbliche su posteggio abilita:
- alla vendita sul posteggio in concessione;
- all'esercizio in forma itinerante nell'ambito del territorio regionale;
- alla partecipazione alle fiere che si svolgono sul territorio nazionale.
Ai sensi della D.G.R. 3 dicembre 2008, n. 8/8570, Allegato A, IV.2 comma 2, "fatti salvi i diritti acquisiti, nello stesso mercato l’operatore commerciale, persona fisica o società di persone, può avere in concessione un massimo di due posteggi".

Requisiti per l’esercizio dell’attività
Requisiti morali
Il titolare di impresa individuale, il preposto o delegato, se designato,  i soggetti indicati nell'articolo 2 comma 3 del decreto del Presidente della Repubblica 3 giugno 1998, n. 252 devono possedere i requisiti previsti:
- dall' art. 71 del Decreto Legislativo 26 marzo 2010, n. 59;
- dal Decreto Legislativo 6 settembre 2011, n. 159  (Codice delle leggi antimafia).
 
Requisiti professionali
In caso di vendita di prodotti del settore alimentare, il titolare di impresa individuale, il legale rappresentante di società, o altra persona specificamente preposta all'attività commerciale, deve possedere i requisiti previsti dall'  art. 71 del Decreto Legislativo 26 marzo 2010, n. 59.

Titolo autorizzatorio per l'esercizio dell'attività
Per iniziare l'attività è necessario ottenere autorizzazione dal Comune in cui si trova il posteggio, previo ottenimento della concessione di suolo pubblico.


In caso di avvio di attività di vendita e/o somministrazione di alimenti e bevande, deve essere presentata anche S.C.I.A. mod. A ai fini igienico sanitari.
In caso di subingresso, cessazione, sospensione, ripresa, modifica ragione sociale, modifica soggetti titolari dei requisiti di attività di vendita e/o somministrazione di alimenti e bevande, deve essere presentata S.C.I.A. mod. B ai fini igienico sanitari.

Una volta ottenuta l'autorizzazione il commerciante è tenuto a compilare on line la Carta d'Esercizio.

Oneri
Diritti sanitari
I diritti sanitari sono dovuti ogni volta che si presenta la SCIA per la vendita e/o somministrazione di alimenti e bevande, tranne quando viene segnalata la cessazione della attività.
Il versamento di €. 35,05 deve essere effettuato sul conto corrente postale n. 10852218 intestato all’Azianda Sanitaria Locale della Provincia di Varese – Servizio Tesoreria – Via O.Rossi n. 9 – 21100 Varese, con causale “SCIA – c.d.c. n. 15022101”

Diritti di istruttoria
Non sono dovuti diritti a favore del Comune.


MODULISTICA SCARICABILE
Domanda subingresso su posteggio in concessione
SCIA - mod. A
SCIA - mod. B
SCIA – scheda 2 
Comunicazione cessazione

CARTA D’ESERCIZIO E ATTESTAZIONE ANNUALE
L’attività di commercio sulle aree pubbliche è altresì soggetta:
- al rilascio di una Carta d’esercizio nominativa, contenente gli elementi di identificazione personale degli operatori e i titoli autorizzatori utilizzati per lo svolgimento dell'attività nell'ambito del mercato, della fiera o in forma itinerante
- al possesso di una Attestazione annuale circa l’assolvimento degli obblighi amministrativi, previdenziali, fiscali e assistenziali previsti dalle disposizioni vigenti.  (art. 21 L.R. 2 febbraio 2010 n. 6)
La compilazione della carta d’esercizio e dell’attestazione deve essere effettuata, a partire dal 4 giugno 2012, esclusivamente in modalità telematica, attraverso l’applicativo predisposto dalla Regione Lombardia all’interno della piattaforma informatica MUTA (www. muta.servizirl.it).
La Carta di Esercizio è compilata informaticamente dall’operatore ambulante o dalle associazioni di categoria maggiormente rappresentative a livello regionale, ed è vidimata dal Comune o dai Comuni che hanno rilasciato le autorizzazioni in essa indicate.
L' Attestazione (da allegare alla Carta di Esercizio) è compilata informaticamente, ogni anno,  esclusivamente dalle associazioni di categoria o da uno dei Comuni sede di posteggio.

Decreto del direttore generale 28 marzo 2012 - n. 2613 - “Informatizzazione carta di esercizio ed attestazione annuale degli obblighi amministrativi, previdenziali, fiscali ed assistenziali per operatori su aree pubbliche e relative indicazioni operative”